Elegia

Quanti solleoni e rose settembrine nidi e fiori di tibisco potrò contare ancora prima di arrivo d’intonsi giorni? Chiuderò anch’io gli occhi e sposerà pace e oblio per sempre il cuore intirizzito. Tu hai visto quanto ti ha amato come ha gioito e tremato (donna!) quando per un poco lo hai toccato e come dignitoso abbia pianto poi espiando la … Continua a leggere

Pensiero

Lo incontrai nell’aria lo incontrai tra le perle il viola della pietra è un anello, mi osserva brilla tra le mani come scorza di luce. Uno sbrindello di tempo sopravvive, mette fuori spine e doppi uncini nel bianco del gesso. Non dovrei, non dovrei vivere qui non dovrei vivere dove il viola e l’artiglio si osservano. Innocente come l’ostrica occupo … Continua a leggere

LA VENERE DEI BOSCHI

La venere dei boschi. All’ombra di un pino silvestre, Fra’ il dialogar degli uccelli Ed il rumore del vento che accarezzava le foglie, Me ne stavo disteso a fissare il cielo Quando udii un pianto. Capelli biondo platino, Quattro stracci asta figura d’improvviso apparsa. Era l’immagine dell’amore che stava morendo. Ella vagava per il mondo in cerca del vento della … Continua a leggere

LA STELLA DELLA VITA

su’ un lembo di pietra, al cospetto di un monte, attendo il tuo spuntar con impazienza. oh sole, tu che dall’alba ti fai annunciar con tenue luce e timido calore fin poi ad accecarmi gli occhi e scottar la pelle. tu, stella della vita che spazzi via le tenebre della notte sciogliendo ogni lastra di ghiaccio che raffredda il mio … Continua a leggere